Tu sei qui

Tutti in classe. Siamo «sicuri»?