Tu sei qui

Nota FLC CGIL e CGIL Bologna su scuola e zona arancione scuro

Da domani il territorio della città metropolitana sarà in zona “arancione scuro” e da lunedì tutte le bambine e i bambini, le studentesse e gli studenti delle scuole (ad eccezione di nidi e scuole dell’infanzia) faranno didattica a distanza perché dai dati si rileva che il contagio aumenta in modo preoccupante e che rischiamo il collasso delle strutture sanitarie.

Ci chiediamo: i luoghi di maggior contagio sono anche le scuole? Perché se si ritiene che siano le scuole tra i luoghi di maggior contagio queste sono le misure indispensabili:

  • Rimodulazione dei trasporti pubblici, riduzione sistematica dei gruppi classe, dpi più protettivi e non le sole mascherine chirurgiche, presidi sanitari in ogni scuola, accelerazione sulla campagna vaccinale per i docenti e tutto il personale del settore.

Questo chiedevamo e questo continuiamo a chiedere perchè sono priorità su cui lavorare immediatamente.

Chiediamo alla politica di non dimenticare che la scuola e l’istruzione sono “una infrastruttura” tra le più importanti per un Paese, per il futuro del nostro Paese.

E che occorre fare ogni sforzo per renderle più sicure, magari cominciando dalle misure che da mesi suggeriamo.

Comparto: